Questo sito web utilizza i cookie tecnici anche di terze parti, ai sensi dir.2009/136/CE

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.
COMPLETATILAVORI RESTYLING SCUOLE BUFALOTTA SETTEBAGNI
Consegnata statuetta all'incapacità del Sindaco Marino
Chiusura Amministrative a Largo Beltramelli con Rampelli e Meloni
Manifestazione contro l'abolizione del salario accessorio
GHERA APERTO COLLEGAMENTO STRADALE VIA SOLARI
TIBURTINA A VIA CAVE PIETRALATA INAUGURATO NUOVO PARCHEGGIO DA 80 POSTI
GHERA INAUGURA PARCO DELLE SUGHERE
CAVALCAFERROVIA OSTIENSE PRONTO IL COBRA DACCIAIO TRA GARBATELLA E OSTIENSE
GHERA AL VIA LAVORI RETE IDRICA E FOGNARIA BUFALOTTA
Assemblea per la predisposizione di 10.000 nuovi punti luce

COMUNE: “PIU' CHE RIMPASTO E’ ‘RIMPAZZO’”

Siamo veramente alle comiche, a leggere i dispacci delle agenzie sembra quasi che la giunta Marino si sia insediata oggi per la prima volta. Decoro, trasporti, mobilità sostenibile, rifacimento dell’asfalto, ogni dichiarazione su questi argomenti è un capitolo del nuovo libro dei sogni di Marino. La realtà è molto più tragica, da giugno 2013 ad oggi il sindaco e i suoi assessori hanno prodotto il nulla, lo zero assoluto. Due anni e mezzo con una città ferma e umiliata da questa pessima gestione targata sinistra, le notizie di una Capitale decadente, sciatta e in completo stato di abbandono è sotto gli occhi di tutti i romani e sta facendo da giorni il giro del mondo, come riportano il Nyt e Le Monde. Fare finta come fa Marino che sia tutto a posto è pazzia pura, più che un rimpasto sembra un 'rimpazzo', una giunta folle con assessori part-time, da cui addirittura spunta un riciclato non solo con un doppio ma anche con un triplo incarico. Anche oggi superata la decenza, Marino si dimetta e vada a casa.

COMUNE, GHERA-DE PRIAMO: “RIMPASTO E’ ‘ARMATA BRANCALEONE”

“Il rimpasto della’ giunta Marino consegna alla città una sorta di ‘armata brancaleone’ e non poteva che essere così visto che è frutto dell’accanimento terapeutico del sindaco verso sé stesso. In particolare, la riesumazione di Causi, politicamente responsabile come assessore al Bilancio dell’era Veltroni del famigerato buco di 10 miliardi di euro appare una vera e propria provocazione verso i romani che vivono quotidiani disagi anche in virtù di quei debiti. Per il resto, gli innesti confermano la volontà di scegliere persone che conoscono poco la città, come se ciò fosse un pregio, come Rossi Doria ed Esposito, con quest'ultimo catapultato da Torino a gestire la mobilità e i trasporti capitolini. Aldilà di questi inutili diversivi di Marino, appare evidente che il peggiore sindaco che la nostra città abbia mai avuto è sempre più isolato e arroccato sul Campidoglio, si avvicina quindi il giorno in cui Roma sarà libera e potrà riscattarsi dal degrado in cui è stata condotta in questi anni dalla sinistra”.

Leggi tutto

BILANCIO: “MARINO NON LA BUTTI ‘IN CACIARA’, IN 2 ANNI FATTA SOLO UNA GARA PUBBLICA”

Sulle somme urgenze il sindaco non la butti ‘in caciara’, non si capisce bene quali siano le verifiche fatte dalla sua giunta su questo tipo di procedure ma ci sono dati inconfutabili, denunciati comunque fin da subito da Fdi-An, che dimostrano proprio il contrario. Sul fronte dei lavori pubblici negli ultimi due anni l’Amministrazione capitolina ha effettuato solo una gara ad evidenza pubblica mentre si è proseguito con affidamenti diretti, negoziati e somme urgenze per un importo complessivo di oltre 100 milioni di euro. Come Fdi-An tanammo subito Marino attraverso un accesso agli atti, denuncia poi confermata anche dalla relazione dei Revisori dei Conti che in un  documento inviato alla commissione Bilancio si soffermarono proprio sulla gestione non trasparente degli appalti, evidenziando ‘l’elevata numerosità delle pratiche di riconoscimento dei lavori in somma urgenza’. Un dato su tutti: ad oggi, dopo due anni e mezzo, ancora deve essere bandita la gara per l’affidamento della manutenzione ordinaria delle strade capitoline.

Leggi tutto

COMUNE, GHERA - TOZZI: “FESTA DE NOANTRI MARINO CONTRO LE TRADIZIONI ROMANE”

“Dopo la vergogna di voler cancellare dalla toponomastica i numeri romani, dopo lo scempio di aver tolto il logo tradizionale di Roma per un simbolo in perfetto stile ‘gender’ come Rome and You, ieri Marino ne ha combinata un'altra. Non si è presentato alla tradizionale processione a Trastevere della Madonna Fiumarola atto conclusivo delle celebrazioni della Festa dè Noantri. Un sindaco sempre più distante dalla città per la quale non ha nessun rispetto per le antichissime tradizioni o forse ha proprio evitato la presenza per non beccarsi fischi e insulti dai romani esasperati per una situazione di degrado, incuria e insicurezza ormai dilaganti in tutta la Città. A questo evento hanno addirittura partecipato delegazioni dalla Corsica proprio per sottolineare il carattere universale, importante e sentito che travalica i confini del Rione Trastevere e della Città di Roma. Marino ha deluso anche stavolta.”

Leggi tutto