Questo sito web utilizza i cookie tecnici anche di terze parti, ai sensi dir.2009/136/CE

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.
COMPLETATILAVORI RESTYLING SCUOLE BUFALOTTA SETTEBAGNI
Consegnata statuetta all'incapacità del Sindaco Marino
Chiusura Amministrative a Largo Beltramelli con Rampelli e Meloni
Manifestazione contro l'abolizione del salario accessorio
GHERA APERTO COLLEGAMENTO STRADALE VIA SOLARI
TIBURTINA A VIA CAVE PIETRALATA INAUGURATO NUOVO PARCHEGGIO DA 80 POSTI
GHERA INAUGURA PARCO DELLE SUGHERE
CAVALCAFERROVIA OSTIENSE PRONTO IL COBRA DACCIAIO TRA GARBATELLA E OSTIENSE
GHERA AL VIA LAVORI RETE IDRICA E FOGNARIA BUFALOTTA
Assemblea per la predisposizione di 10.000 nuovi punti luce

GIUBILEO: “PIANO INTERVENTI E’ CAOS E I 50 MLN SONO SCHIAFFO A ROMA”

Il piano degli interventi per il Giubileo presentato questa mattina in Commissione Lavori pubblici francamente non ci convince, fa acqua da tutte le parti sia sotto il profilo infrastrutturale che per quanto riguarda gli stanziamenti economici. I 50 milioni che il Campidoglio utilizzerà per le operazioni in vista dell’Anno Santo, non solo sono i soldi dei romani, ma  rappresentano una cifra grandemente insufficiente rispetto alle esigenze della città, praticamente uno schiaffo alla Capitale se si pensa che per l’Expo di Milano il Governo ha speso ben 1,7 miliardi di euro. In merito agli interventi, in particolare sui sampietrini, è paradossale che per oltre due anni non sia stato effettuato nessun intervento di manutenzione del selciato e adesso si decide di buttare al vento 2 milioni di euro per asfaltare via Cesare Battisti e via IV Novembre. Una decisione illogica, mentre invece un’amministrazione di buon senso farebbe interventi di manutenzione mirati concentrandosi nei tratti maggiormente ammalorati, una scelta ragionata e meno dispendiosa dal punto di vista economico che garantirebbe anche un risparmio per le casse capitoline e la possibilità di lavorare su più strade.

Leggi tutto

VIA FACCHINETTI: “DA SETTIMANE 200 FAMIGLIE SENZA ACQUA, MARINO ABBANDONA CITTADINI"

Apprendiamo da segnalazioni di alcuni residenti delle case Enasarco in gestione al Comune di Roma di via Cipriano Facchinetti 90, nel Municipio IV, che da diverse settimane sono senza acqua. Si tratta di circa 200 famiglie e tra i presenti ci sono sia bambini che anziani. E’ assurdo che ancora non ci sia stato nessun intervento risolutivo, una situazione allucinante che ha portato i residenti a scendere in strada per protestare di fronte al lassismo di questa amministrazione. Chiediamo al sindaco e all’assessore competente di intervenire urgentemente per ripristinare l’utilizzo dell’acqua nell’edificio, ancora una volta Marino dà prova di abbandonare le periferie e i cittadini più deboli.

PATRIMONIO: “DA MARINO ‘SVENDITA FERRAGOSTANA’”

Non ci voleva certo un genio per capire che la prima asta pubblica indetta dal Campidoglio per mettere in vendita 35 immobili, tra case negozi e  magazzini di proprietà comunale, sarebbe stata un flop. Indire un’asta il 10 agosto mentre tutti sono al mare appare più un invito per pochi che per tutti, soprattutto poi in un momento in cui il mercato immobiliare non favorisce certo chi vende. Va da sé che quello di ieri è stato un principio di svendita, visto poi che su 16,5 milioni di base d’asta Roma Capitale ha incassato complessivamente 2,6 milioni di euro. Una mancetta per le casse capitoline, con molti immobili di pregio rimasti senza acquirenti e su sei immobili assegnati la metà sono andati ai cinesi.Se il denaro ricavato dall’asta verrà reinvestito per i servizi ai cittadini, come ha detto il sindaco, allora poveri romani, per ora dietro alla ‘svendita ferragostana’ di Marino fanno cassa solo i cinesi.

BUCHE: “FASCICOLO PROCURA DA’ RAGIONE A NOSTRE DENUNCE, PRESENTATO NUOVO ACCESSO ATTI”

Da mesi come Fdi-An denunciamo incuria e anomalie delle strade capitoline e il dossier arrivato in Procura, secondo cui da gennaio a maggio 2015 sono state catalogate circa 3000 buche e oltre 2000 tra scooteristi e automobilisti gli incidenti accertati, è l’ulteriore conferma che le nostre denunce andavano nella direzione giusta. Come è possibile che l’Amministrazione capitolina dopo due anni e mezzo non abbia ancora proceduto a bandire la gara per l’affidamento della manutenzione ordinaria delle strade? In tutto questo tempo si sono avvicendati due assessori ma il sindaco continua imperterrito a non fare bandi tant’è che si prosegue con assegnazioni fatte a colpi di proroga e con gli affidamenti senza gara. Un atteggiamento decisamente anomalo per una pubblica amministrazione, che a parole sbandiera la trasparenza e nei fatti soprassiede ad ogni principio di legalità, come confermato dalle nostre denunce, avviate ben prima del fascicolo choc di cui oggi si dà notizia, secondo cui nei lavori pubblici e con Marino sindaco sono stati effettuate procedure negoziate, affidamenti senza gara e somme urgenze per un importo complessivo di oltre 100 milioni di euro.

Leggi tutto