COMPLETATILAVORI RESTYLING SCUOLE BUFALOTTA SETTEBAGNI
Balsamo crivelli, incontro con gli amici per ringraziarli del fantastico risultato elettorale
Chiusura Amministrative a Largo Beltramelli con Rampelli e Meloni
Chiusura della campagna elettorale per Ottaviano Presidente
GHERA APERTO COLLEGAMENTO STRADALE VIA SOLARI
TIBURTINA A VIA CAVE PIETRALATA INAUGURATO NUOVO PARCHEGGIO DA 80 POSTI
GHERA INAUGURA PARCO DELLE SUGHERE
CAVALCAFERROVIA OSTIENSE PRONTO IL COBRA DACCIAIO TRA GARBATELLA E OSTIENSE
GHERA AL VIA LAVORI RETE IDRICA E FOGNARIA BUFALOTTA
COLOMBO IN 3 ANNI ELIMINATI MILLE DOSSI E RIPRISTINATI 100MILA MQ STRADA

MULTE: SE MARINO VA IN BICI CHI USA LA SUA AUTOVETTURA?

E’ davvero molto curioso il caso delle multe che riguarda in prima persona il sindaco di Roma, se infatti Marino passa davvero la sua giornata in bicicletta a macinare km rimane un enigma chi possa aver utilizzato il pandino rosso, comodamente piazzato da un anno e mezzo, peraltro senza avendone più titolo, nel parcheggio riservato ai senatori della Repubblica in piazza San Luigi dei Francesi.

Metro C:con Marino stop&flop

Nuova di zecca e gia' si stoppa, il primo treno della nuova metro C aperta in pompa magna dal sindaco e dalla sua giunta non arriva nemmeno al capolinea, ma si ferma quattro stazioni prima a causa di un inconveniente. Una figuraccia per Roma Capitale, partita stamattina dalla stazione di Centocelle e diretta a Pantano, si e' bloccata alla fermata Due Leoni-Fontana Candida dove i passeggeri sono stati fatti scendere dai vagoni. Addirittura, dopo circa undici minuti gli utenti sono stati fatti salire su un altro treno con destinazione Pantano.

BIBLIOTECHE: “SINISTRA LASCIA SENZA FONDI ECCELLENZA CITTÀ"

Come Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale siamo fortemente preoccupati per il futuro delle Istitituzioni Biblioteche di Roma, visto che con l'approvazione del bilancio preventivo 2014 sono stati destinati 19 milioni di euro e non 21 come negli anni precedenti, quindi 2 milioni in meno rispetto al finanziamento del 2013. Si tratta di una riduzione significativa che, se confermata, determinerebbe gravissime difficoltà per la continuità dei servizi e sotto il profilo occupazionale. In questo senso presentai anche un ordine del giorno, poi bocciato dall’Assemblea Capitolina, relativamente alla richiesta di garantire il finanziamento dei 21 milioni di euro anche per il prossimo anno, un provvedimento necessario per assicurare i servizi essenziali erogati e per tutelare i lavoratori comunali e di Zètema.