COMPLETATILAVORI RESTYLING SCUOLE BUFALOTTA SETTEBAGNI
Consegnata statuetta all'incapacità del Sindaco Marino
Chiusura Amministrative a Largo Beltramelli con Rampelli e Meloni
Manifestazione contro l'abolizione del salario accessorio
GHERA APERTO COLLEGAMENTO STRADALE VIA SOLARI
TIBURTINA A VIA CAVE PIETRALATA INAUGURATO NUOVO PARCHEGGIO DA 80 POSTI
GHERA INAUGURA PARCO DELLE SUGHERE
CAVALCAFERROVIA OSTIENSE PRONTO IL COBRA DACCIAIO TRA GARBATELLA E OSTIENSE
GHERA AL VIA LAVORI RETE IDRICA E FOGNARIA BUFALOTTA
Assemblea per la predisposizione di 10.000 nuovi punti luce

FESTA DELL'UNITÀ: "ORFINI CHIARISCA"

L'accesso agli atti presentato dal capogruppo di Fdi in Municipio III Francesco Filini non lascia spazio a dubbi: il PD ha trovato l'escamotage per dilazionare il pagamento per la tassa d'occupazione di suolo pubblico aggirando la delibera 75/2010 che prevede tra i requisiti per il rilascio delle autorizzazioni il pagamento anticipato e in unica soluzione della Cosap, cosí come fanno tutti coloro che organizzano manifestazioni. È il caso che Orfini chiarisca e relazioni su questa 'furbata' del PD, sulla quale mi riservo di verificarne la regolarità amministrativa.

TEATRI DI CINTURA: “SOLIDARIETA’ AGLI OPERATORI, MARINO INCAPACE DI GESTIRE LA CULTURA”

Questa mattina si è tenuta una conferenza stampa sui teatri di cintura poiché dal 1 luglio diversi teatri chiuderanno per l’incapacità del Sindaco di programmare per tempo il nuovo bando. Nei mesi scorsi, nonostante le promesse dell’amministrazione, lettere e numerosi incontri tenuti dalla gestione dei teatri, gli operatori si sono trovati ad affrontare un muro di gomma e reticenza. Questa mattina a schierarsi in difesa del teatro popolare nelle periferie si sono trovati tanti e diversi operatori, tra i quali Barbareschi e Benvenuti, a dimostrazione che non è più una questione ideologica ma un mondo politicamente trasversale al quale è arrivato lo schiaffo definitivo di Marino e della sua Giunta che non sa governare la cultura e tradisce le periferie. La periferia di Roma, infatti, sta subendo una desertificazione culturale che riguarda anche i centri culturali Elsa Morante nel Laurentino, il Gabriella Ferri al Tiburtino, l’Aldo Fabrizi a San Basilio e il cinema Aquila al Pigneto.

Leggi tutto

OLIMPIADI: “Sì A ROMA, NO A MARINO”

La candidatura di Roma alle Olimpiadi è un’iniziativa che tende ad accresce il prestigio internazionale della città e, pur essendo d’accordo nel merito, abbiamo deciso di presentare una nostra mozione nella quale chiediamo di valorizzare gli impianti sportivi già esistenti sul territorio (come lo Stadio Flaminio, il Palazzetto dello Sport di Viale Tiziano, il Complesso del Foro Italico e l’annessa area monumentale, la Città dello Sport di Tor Vergata) al fine di contenere i costi ed evitare sprechi di denaro pubblico. Chiediamo altresì che tutti gli appalti vengano preventivamente controllati insieme all’Anac. Marino deve ricordarsi di essere il sindaco di tutti i romani ed è gravissimo che abbia discriminato, con dichiarazioni inaccettabili, non un partito o un singolo esponente bensì un’intera comunità politica e tutto il popolo di destra, militanti e simpatizzanti. Siamo i primi a condannare chi si macchia di condotte fraudolente e getta fango sulla nostra città e occorre ricordare che queste perone si trovano, purtroppo, in ogni schieramento.

COMUNE, GHERA - DE PRIAMO (FDI-AN): “IL 25 GIUGNO PRESIDIO FDI-AN IN CAMPIDOGLIO PER DIMISSIONI MARINO”

Domani alle ore 17.00 saremo in piazza del Campidoglio per ribadire ancora una volta l’invito a dimettersi rivolto a Marino. E’ ora che il sindaco capisca che è arrivato il momento di andare a casa per il bene di Roma e dei romani. Ha infatti condotto la città in condizioni di degrado senza precedenti. Roma è ormai una città fuori controllo. Il Sindaco insulta gli avversari politici e continua a voler andare avanti come se nulla fosse con l’amministrazione coinvolta a vario titolo nei noti scandali. Abbiamo da sempre sostenuto che Roma non merita lo scioglimento per mafia e anche perquesto Marino deve andare a casa per consentire ai romani di tornare al voto.                                                                      

E' quanto dichiarano in una nota congiunta Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi-An in Campidoglio e Andrea De Priamo, portavoce romano di FdI-An