COMPLETATILAVORI RESTYLING SCUOLE BUFALOTTA SETTEBAGNI
Consegnata statuetta all'incapacità del Sindaco Marino
Chiusura Amministrative a Largo Beltramelli con Rampelli e Meloni
Manifestazione contro l'abolizione del salario accessorio
GHERA APERTO COLLEGAMENTO STRADALE VIA SOLARI
TIBURTINA A VIA CAVE PIETRALATA INAUGURATO NUOVO PARCHEGGIO DA 80 POSTI
GHERA INAUGURA PARCO DELLE SUGHERE
CAVALCAFERROVIA OSTIENSE PRONTO IL COBRA DACCIAIO TRA GARBATELLA E OSTIENSE
GHERA AL VIA LAVORI RETE IDRICA E FOGNARIA BUFALOTTA
Assemblea per la predisposizione di 10.000 nuovi punti luce

GHERA: “PRESENTATA DELIBERA DI INIZIATIVA POPOLARE PER LO SMANTELLAMENTO DEI CAMPI NOMADI”

Questa mattina, nella sede del Gruppo consiliare di via delle Vergini 18, è stata presentata la Proposta di iniziativa popolare per lo smantellamento dei campi nomadi nella città di Roma. Porre termine alla nefasta esperienza degli attuali campi è divenuta una vera e propria emergenza. Siamo per la chiusura degli attuali insediamenti e per evitare che questi insistano nelle zone periferiche della città afflitte dagli inevitabili disagi che conseguono alla vicinanza dagli stessi. Il vero razzismo è da parte di chi fa vivere i nomadi tra cumuli di immondizia e degrado e i cittadini che risiedono nelle vicinanze dei campi tra roghi tossici e microcriminalità. No ai privilegi proposti dalla sinistra in merito all’assegnazione delle case popolari e gli altri servizi scavalcando i cittadini.

Leggi tutto

ANTIABUSIVISMO: SPOSTARE AGENTI E’ COME NASCONDERE POLVERE SOTTO AL TAPPETO

Il Comandante del Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale il 16 aprile ha disposto un piano d’intervento sull’abusivismo commerciale da effettuarsi sul territorio del I Municipio che comporterà l’invio giornaliero di 96 unità e 48 veicoli da parte dei Gruppi di P.L. periferici. Una disposizione che arriva tra capo e collo ai Comandanti di Gruppo, che si troveranno a corto di mezzi e uomini. I sindacati, che non sono stati neanche informati, denunciano la totale assenza di organizzazione, programmazione e pianificazione del Corpo con gravi ripercussioni sui servizi erogati dalla Polizia Locale ai cittadini residenti nei quartieri periferici. L’unica programmazione che si mette in campo è questo “giornaliero” spostamento di agenti dalle periferie al centro, forse solo mediaticamente rilevante, da parte di un Comandante proveniente dai reparti della Polizia di Stato che dovrebbe sapere cos’è la pianificazione e il controllo del territorio.

Leggi tutto

LIBERTA’ D’INFORMARE: Inaccettabile comportamento staff sindaco

Il Sindaco e' un personaggio pubblico e come tale non può sottrarsi ne' alle domande dei giornalisti ne' al confronto con i cittadini, del resto tutti gli esponenti politici vengono incalzati quando girano per la città. L'atteggiamento avuto nei confronti dei cronisti de “Il Tempo” è inaccettabile soprattutto da parte di chi aveva prima promesso che il Campidoglio sarebbe stato una casa di vetro, salvo poi introdurre delle limitazioni. Il sindaco in bici, salvo poi riscontrare che spesso si muove in macchina per non parlare della scorta, con enfasi dichiarò che lui non l'aveva a differenza del suo predecessore e invece non è così. Già lo avevamo notato durante alcuni servizi televisivi e ieri ne abbiamo avuto la conferma, Marino ha sempre la scorta di ben 4 agenti della polizia locale di Roma Capitale anche quando va dal barbiere. Di tante cose dovrebbe rispondere il Sindaco alla città e quando ci si copre dietro le scorte e le intimidazioni ai giornalisti vuol dire che la farsa è finita.

POLIZIA LOCALE ASSENTE A CAPODANNO: “SI SGONFIA LA BUFALA DELLA SINISTRA”

Ammonizioni verbali e sospensione dal servizio per un periodo inferiore a 15 giorni. Dopo le indagini, la richiesta di rogatoria internazionale per facebook, la vicenda dei vigili di capodanno offre ora una chiave di lettura diversa. Marino dovrebbe avere maggior prudenza invece di sparare giudizi prima di accertare le responsabilità.  Magari ora accertiamo che responsabilità ha avuto l’Amministrazione e il Comandante sull' organizzazione del capodanno, sapendo già da mesi che non avrebbero potuto contare sugli straordinaristi, sulla reperibilità scattata solo vicino a mezzanotte e su a che cosa sarebbero serviti 1000 agenti ( 500 pattuglie) visto che a Roma, quella notte, non era in corso nessun evento imprevedibile.