COMPLETATILAVORI RESTYLING SCUOLE BUFALOTTA SETTEBAGNI
Balsamo crivelli, incontro con gli amici per ringraziarli del fantastico risultato elettorale
Chiusura Amministrative a Largo Beltramelli con Rampelli e Meloni
Chiusura della campagna elettorale per Ottaviano Presidente
GHERA APERTO COLLEGAMENTO STRADALE VIA SOLARI
TIBURTINA A VIA CAVE PIETRALATA INAUGURATO NUOVO PARCHEGGIO DA 80 POSTI
GHERA INAUGURA PARCO DELLE SUGHERE
CAVALCAFERROVIA OSTIENSE PRONTO IL COBRA DACCIAIO TRA GARBATELLA E OSTIENSE
GHERA AL VIA LAVORI RETE IDRICA E FOGNARIA BUFALOTTA
COLOMBO IN 3 ANNI ELIMINATI MILLE DOSSI E RIPRISTINATI 100MILA MQ STRADA

VILLA MASSIMO, GHERA-PROVENZANO:CDS RIBALTA TAR, MARINO RESTITUISCA AREA A CITTÀ

“La sentenza emessa il 9 settembre 2014 dal Consiglio di Stato ribalta il giudizio del Tar che aveva dato ragione al Comune di Roma ed al concessionario dell'area giochi respingendo il ricorso dei cittadini circondariali l'area. Ora il parco continuerà a rimanere chiuso perché il Consiglio di Stato ha dato ragione al ricorso presentato dai cittadini confinanti il parco soltanto per la parte che eccepiva l'esistenza delle autorizzazioni in capo al concessionario già nel 2010 invece che dal 2012. Come Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale riteniamo assurdo che per cause burocratiche l'area giochi di Villa Massimo continuerà ad essere chiusa ai bambini ed alle famiglie del II Municipio. Chiediamo pertanto al sindaco Marino di intervenire urgentemente presso gli uffici capitolini preposti al fine di sanare questi vizi puramente formali e non sostanziali, così da rendere l’area verde fruibile ai residenti e ai cittadini”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio e Giovanni Provenzano capogruppo nel II Municipio.

VIGILI: "GRAVE CHE MARINO NON ABBIA RISPOSTO A RICHIESTE OSPOL"

Come Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale esprimiamo vicinanza e solidarietà all’Ospol e a tutto il Corpo di Polizia, che stamattina nel corso di un’assemblea generale hanno ribadito a gran voce le richieste avanzate già da tempo al sindaco di Roma. E’ vero, la strada è un luogo a rischio ed necessario che tutti gli agenti della nostra città vengano dotati di quanto più necessario. In numerose occasioni ho ribadito l’importanza di dotare il Corpo di maggiori fondi per gli straordinari del personale, per la previdenza integrativa, per la polizza infortuni e recupero indennità, riammodernamento e messa a norma delle cabine protettrici, aggiornamento professionale e istituzione del vigile di quartiere.

ATAC: “LAVORATORI NON POSSONO PAGARE GESTIONE NEGATIVA MARINO"

Le dichiarazioni del sindaco di Roma sulla rigorosità e sull’applicazione di tagli severissimi sono ridicole, solo qualche giorno fa la sua amministrazione ha firmato delibere per 28 nuovi dirigenti nonostante il piano di rientro preveda proprio il contrario, ovvero la diminuzione degli stipendi dei dirigenti. Oggi ci racconta che per salvare lo stipendio ai dipendenti di Atac è costretto a chiedere i soldi a Palazzo Chigi, quando alcune settimane fa come Fdi-An abbiamo denunciato sprechi e consulenze sventando il colpo di mano con cui il Cda Atac stava per regalare un superbonus di ben 9 milioni di euro ai dirigenti. Il sindaco si assuma le proprie responsabilità ed eviti di scaricare sempre sul governo centrale chiedendo ‘aiutini e denari’ a Renzi.