Archivi giornalieri: novembre 29, 2017


Rifugiati, Raggi sposta il problema ma non lo risolve MIGRANTI: “PIANO FOLLE, RAGGI SPOSTA PROBLEMA MA NON LO RISOLVE”

Il piano del Campidoglio che prevede di spalmare l’accoglienza dei rifugiati in tutta la Capitale è folle. In sostanza i migranti saranno trasferiti da una zona all’altra, il sindaco mischia le carte ma la musica non cambia, si tratta peraltro di numeri da brivido con 1900 persone in più a cui si aggiungeranno gli altri 800 in arrivo con un nuovo bando, a cui saranno dati vitto, alloggio e  inserimento professionale. Roma ha già dato e adesso i 5 Stelle continuano a scaricare il peso dell’immigrazione nelle nostre periferie, e a farne le spese saranno i cittadini. La Raggi sposta il problema ma non lo risolve, uno schiaffo alle famiglei romane che invece continueranno a rimanere senza un tetto.


Atac persi 12 milioni di chilometri ma no i premi ATAC: “DAL POLTRONISMO AI PREMI, PER GRILLINI AZIENDA È ALBERO CUCCAGNA”

L’Atac a trazione grillina è un grande flop, da gennaio a ottobre sono andati persi 12 milioni di chilometri rispetto a quelli programmati, un milione e 160 mila corse saltate. I servizi sono al collasso eppure i 5 Stelle, insieme ai vertici della municipalizzata, premiano i dirigenti. Si tratterebbe di ben 3 milioni di euro spalmati su una cinquantina di manager. Dopo Simioni uno e trino che da solo occupa tre cariche come presidente, Amministratore delegato e Direttore generale, e su cui Fdi ha presentato un esposto in Procura, ora arrivano anche gli emolumenti a pioggia per i dirigenti. Dal ‘poltronismo ai premi’ i grillini scambiano l’Atac per l’albero della cuccagna.


Stadio Flaminio nel degrado,va riqualificato seriamente STADIO FLAMINIO, GHERA-COCHI: “GRILLINI TRATTANO GIOIELLO NERVI COME MONOLOCALE, IMPIANTO RESTA NEL DEGRADO”

“In merito alla riqualificazione dello Stadio Flaminio le parole dell’assessore allo Sport fanno tremare i polsi. In occasione del consiglio nel Municipio II, avvenuto ieri, proprio sul tema della ristrutturazione del complesso ideato dall’arch. Nervi avrebbe lanciato una sorta di ultimatum sottolineando che l’Amministrazione capitolina per scongiurare il rischio di abbandono dell’impianto sportivo sarebbe pronta a mettere in campo un progetto temporaneo attraverso uno stanziamento di fondi pari a 77 mila euro per gli interventi di pulizia e altri 5 mila euro per il ripristino delle cancellate. Siamo alla follia, intanto va detto che è impensabile demandare al municipio la programmazione sia delle risorse, tecniche ed economiche, che degli interventi, poiché si tratta di un ente di prossimità che certamente non sarebbe in grado – viste anche le diverse emergenze del territorio – di occuparsi della tutela e del rilancio dello stadio, anche se riguarda un progetto temporaneo. Se i […]