Incapacità dei 5 Stelle nella gestione dei rifiuti a Roma RIFIUTI, FDI: “DA GRILLINI SU RIFIUTI E TRITOVAGLIATORE INCAPACITÀ E TANTE BUGIE, PRONTE INTERROGAZIONI”

“L’evidente incapacità dei 5 Stelle nella gestione dei rifiuti a Roma oltre a determinare la grande situazione di emergenza, con cumuli di monnezza nelle strade e gli impianti insufficienti che mettono in sofferenza la città dal centro alle periferie, svela l’ennesima bugia raccontata dai grillini. Nel Municipio X, infatti, le promesse del sindaco di Roma, dell’assessore Montanari e della presidente Di Pillo hanno le gambe corte tant’è che in queste ore è stato attivato proprio il tritovagliatore, quando gli stessi grillini in campagna elettorale dissero che mai lo avrebbero portato ad Ostia. Come Fratelli d’Italia siamo stati i primi a denunciare la nostra contrarietà a tale scelta, ed era fin troppo evidente che ‘utilizzare il tritovagliatore solo se necessario’ – come promise la Raggi – era solo un escamotage per farlo disorientare i cittadini già contrariati. Una scusa bella e buona per prendere in giro i residenti di Ostia e dell’entroterra. Non […]

Risorse per Roma dipendenti senza stipendio RPR: “DIPENDENTI SENZA STIPENDIO, AMMINISTRAZIONE INTERVENGA E SBLOCCHI PAGAMENTI”

In merito alla società del Comune Risorse per Roma apprendiamo che nel mese di dicembre vi è stata la mancata erogazione degli stipendi ai dipendenti, nonostante l’azienda avesse garantito i pagamenti. Un fatto inaccettabile e non vorremmo si fosse creato un corto circuito tra la municipalizzata e il Campidoglio tale da lasciare senza busta paga i lavoratori, altrimenti sarebbe legittimo pensare che sia il Comune che Rpr abbiano disatteso gli impegni presi con i dipendenti. Chiediamo pertanto all’Amministrazione Raggi di sbloccare la situazione e di intervenire velocemente al fine di pagare gli stipendi ai lavoratori.

Follia M5S dopo il buono casa per i nomadi ora pagano anche i viaggi NOMADI: “FOLLIA 5 STELLE, INVECE DI SMANTELLARE CAMPI GLI DANNO ASSEGNI E PAGANO VIAGGI”

Sul piano rom arriva l’ultima follia dei grillini, che dopo aver istituzionalizzato il buono casa per i nomadi mentre centinaia di famiglie romane sono senza un tetto decidono che per rimpatriarli vanno anche pagati. E così il sindaco Raggi ha pensato bene, invece di smantellare i campi, di dare loro un bell’assegno di 10 mila euro oppure un biglietto aereo più l’affitto per un paio di anni nel paese di origine. Il rimpatrio – come riportato oggi dalla stampa – sarebbe pagato con i fondi di Bruxelles tramite il ‘Piano operativo per la Città Metropolitana’, ma sempre sulle spalle dei romani costretti a convivere con i villaggi ancora in piedi – tra cui il Camping River Tiberina, La Barbuta e La Monachina – e che i 5 Stelle avevano promesso di chiudere ma che ad oggi sono ancora in piedi.