Anzianità di residenza, cosi tuteliamo le famiglie Italiane POLITICHE ABITATIVE: “RESIDENZIALITÀ UNICO CRITERIO PER TUTELARE FAMIGLIE ITALIANE”

“Come Fratelli d’Italia abbiamo presentato un emendamento alla proposta di legge ‘disposizioni per la semplificazione e lo Sviluppo regionale’ per chiedere che nei bandi di concorso per l’assegnazione degli alloggi da destinare all’edilizia residenziale pubblica debbano essere previsti criteri di premialità a favore dei cittadini con maggiore anzianità di residenza. La nostra proposta mira a tutelare tutte quelle famiglie italiane ancora in lista d’attesa per avere un tetto e che ogni giorno di vedono scavalcare dagli stranieri per l’accesso ai servizi sociali del Comune, in particolare proprio per l’assegnazione delle case”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi alla Regione Lazio, Fabrizio Ghera capogruppo e i consiglieri regionali Giancarlo Righini e Chiara Colosimo.

REGIONE: “Lomabri sbaglia mittente, si rivolga alla sua amica Raggi ”

La consigliera regionale grillina sbaglia mittente, se c’è qualcuno che fino ad oggi ha protetto gli abusivi all’interno dei campi nomadi e gli immigrati insediati nelle case e negli edifici – a Roma sono circa 90 gli immobili occupati – è la sindaca di Roma nonché collega di partito della Lombardi. I 5 Stelle, che ci attaccano per un emendamento a firma Fdi che tutela le famiglie italiane, sono gli stessi che danno le case agli stranieri dimenticandosi dei tanti romani senza un tetto. Segnaliamo alla Lombardi che gli italiani residenti nella Capitale vengono puntualmente scavalcati dagli stranieri per l’accesso ai servizi sociali del Comune, in particolare proprio per l’assegnazione degli alloggi. L’Amministrazione Raggi, rispondendo ad un nostro accesso agli atti, ha scritto nero su bianco cifre inoppugnabili: gran parte delle case vengono date agli stranieri, oltre il 40%. Un dato inaccettabile che conferma quanto accaduto negli anni passati, ieri […]

Ex fabbrica Penicellina in via Tiburtina, sgombro e stop occupazioni SICUREZZA: “GOVERNO E CAMPIDOGLIO SGOMBERINO EX FABBRICA PENICELLINA A TIBURTINA, STOP OCCUPAZIONI”

“Questa mattina, insieme a una delegazione di Fratelli d’Italia e con i residenti, abbiamo effettuato un presidio davanti all’ex fabbrica Penicellina in via Tiburtina nel Municipio IV, edificio occupato da tempo da un centinaio di migranti. La piaga delle occupazioni in città nasce negli anni a sinistra e con la Giunta Raggi nulla è cambiato. Come Fratelli d’Italia chiediamo lo sgombero dello stabile, un intervento risolutivo che non sia un’operazione all’acqua di rose come accaduto precedentemente, visto che l’edificio è stato altre volte già sgomberato ma poco dopo occupato nuovamente. Esiste un problema di sicurezza sul territorio che non si può più ignorare, i cittadini della Tiburtina sono esausti, si tratta di un quadrante ormai saturo che non può più accogliere e che ha già sopportato il peso dell’immigrazione come accaduto – solo per fare alcuni esempi – con i campi rom di in via di Salone e via Salviati. L’ex […]

Tevere potabile,verificare procedure,presenteremo esposto all’Anac TEVERE: “SU POTABILIZZATORE VERIFICARE PROCEDURE, PRESENTEREMO ESPOSTO ALL’ANAC”

“Quanto riportato oggi dalla stampa è preoccupante: per realizzare il progetto di rendere il Tevere potabile l’Acea avrebbe già affidato la gara dei lavori per la costruzione del depuratore di Grottarossa, per un importo pari a 12,2 milioni di euro, nonostante sia in corso e non ancora terminato l’iter della conferenza dei servizi. Una fretta inspiegabile e anomala visto che ancora mancano i pareri da parte del Comune, della Regione Lazio, della città Metropolitana e della Asl Roma 2. Stando a quanto riportato oggi dai giornali, la multiutility del Comune il 14 marzo scorso avrebbe proceduto mettendo nero su bianco il verbale di avvio delle cantierizzazioni, lavori peraltro già iniziati e che prevedono la loro conclusione entro 6 mesi. Un atto in barba alla legge e a ogni regola sulla trasparenza, dove il Campidoglio e i 5 Stelle ne dovranno rispondere visto che Roma Capitale è azionista di maggioranza al […]

Lemetti venendo da Livorno conosce ben poco Roma BUCHE: “LEMMETTI CONFERMA DI NON CONOSCERE ROMA”

Sappiamo che l’assessore al Bilancio grillino viene da Livorno e che probabilmente conosce ben poco Roma a parte questa parentesi nella Giunta 5 Stelle. Ci pensiamo noi, però, a ricordargli quanto è stato fatto proprio sulle strade romane prima che l’ex sindaco Marino e poi la Raggi abbandonassero del tutto la riqualificazione e la messa in sicurezza delle arterie capitoline. L’l’ultima gara pubblica per le strade è stata fatta dal sottoscritto dopo aver revocato lo sciagurato appaltone con il general contractor avviato nell’era Veltroni, facendo così risparmiare centinaia di milioni di euro al Comune di Roma. Oltre 700 milioni per 9 anni dove un unico soggetto che agiva come controllore e controllato deteneva il monopolio delle strade. Diminuirono i sinistri per le buche del 15% e si diede esempio di buona amministrazione creando un sistema virtuoso aperto a tutte le imprese, e laddove le ditte sbagliavano la posa in opera furono […]