Ippodromo di Capannelle, salviamo i posti di lavoro SCONGIURARE CHIUSURA IPPODROMO CAPANNELLE, SALVARE I POSTI DI LAVORO

L’incertezza sul futuro dell’ippodromo di Capannelle è l’ennesimo esempio della scellerata gestione del potere da parte del sindaco Raggi e della sua giunta, che li spinge ad azzerare tutto l’esistente senza avere la capacità di approntare un nuovo progetto gestionale. Sollecitiamo Roma Capitale a trovare soluzioni per consentire la ripresa delle attività sportive dell’ippodromo cittadino, in attesa che sia pubblicato il nuovo Bando. Sono in gioco tanti posti di lavoro, la professionalità degli addetti, gli investimenti degli allevatori, un impianto sportivo che funziona perfettamente e che, (con la chiusura di Tor di Valle e la costruzione di una nuova pista), è un punto di riferimento anche per le gare di trotto e non in ultimo, a rischio anche tutto l’indotto che gravita intorno alle corse, la stessa vita di molti cavalli che a Capannelle gareggiano e si allenano. Fratelli d’Italia sosterrà in tutte le sedi istituzionali azioni finalizzate a garantire la rapida riapertura dell’impianto e la regolare continuità di esercizio. Chiediamo all’amministrazione capitolina l’apertura di un tavolo tecnico permanente per esaminare le istanze dei lavoratori che Il 18 gennaio manifesteranno in Piazza del Campidoglio.

Così la nota dei consiglieri di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio: Fabrizio Ghera (capogruppo alla Regione Lazio), Francesco Figliomeni consigliere comunale di Roma e componente della Commissione Sport, Alessandro Cochi responsabile sport FDI Roma.
Condividi: