Incapacità 5 Stelle nella gestione delle politiche dello Sport SS LAZIO NUOTO: “PRONTA INTERROGAZIONE SU CRITERI BANDO, RAGGI SFRATTA STORICO IMPIANTO E SMANTELLA SPORT DI BASE NELLA CAPITALE”

“Quanto sta accadendo alla Ss Lazio Nuoto conferma l’incapacità dei 5 Stelle nella gestione delle politiche dello Sport nella Capitale. Come Fratelli d’Italia riteniamo positivo che l’Amministrazione capitolina abbia fatto un bando pubblico per gli impianti sportivi comunali, lascia perplessi però che a differenza di decine di impianti con concessioni scadute da anni si stia partendo con una concessione scaduta solo da 5 mesi. Non vorremmo che trattandosi di una concessione ‘in ordine’ cioè senza morosità e con un impianto funzionante, si sia preferito far aprire questo bando rispetto ad altri impianti più problematici. Inoltre, così com’è sembra un bando accessibile in gran parte per le grandi strutture di fitness anziché favorire la partecipazione anche a quegli impianti storici con vocazione sociale. Il rischio, pertanto, è che a chiudere possano essere tante attività che per anni e con fatica hanno fatto crescere lo sport di base, e tra queste – appunto – la gloriosa Ss Lazio Nuoto, che dal 1986 gestisce la piscina di Viale Giustiniano Imperatore alla Garbatella nonché fucina di grandi atleti che in oltre 30 anni ha visto sfornare campioni olimpici. Una società storica, che conta oltre 1000 iscritti, e che ora rischia di non vedersi rinnovata la concessione poiché il bando targato 5 Stelle prevede un disciplinare legato a standard economici molto alti, dove oltre alla clausola degli introiti, infatti, si chiede anche un deposito cauzionale di 52mila euro. La vicenda della Ss Lazio Nuoto fa il paio con l’inadeguatezza dei grillini di mettere mano al contesto dell’impiantistica sportiva pubblica a Roma, ad oggi nel caos e diventata ormai una nuova emergenza per la Capitale. In questo modo la Giunta Raggi smantella lo sport di base, come Fdi abbiamo pronta un’interrogazione in Campidoglio per chiedere chiarezza sulla vicenda e sui criteri procedurali del bando. Oltre ad esprimere la nostra solidarietà alla Ss Lazio Nuoto, saremo presenti alla manifestazione indetta sabato per protestare contro la messa a bando dell’impianto sportivo”.

E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi, Fabrizio Ghera capogruppo alla Regione Lazio, Andrea De Priamo capogruppo in Campidoglio, Francesco Figliomeni componente commissione Sport e Lavinia Mennuni consigliere capitolino, Rachele Mussolini di ‘Noi con Giorgia’.
Condividi: